fbpx

Blog

2021

8 semplici regole per un 2021 da veri curiosi

Duemilaventuno caratteri (spazi inclusi) per prepararsi a un nuovo anno scandito da una genuina e quotidiana curiosità. Tutto questo per augurarvi un 2021 carico di sana e stimolante creatività per ogni giorno dei prossimi 365!

Proviamo a seguire queste 8 semplici regole per un 2021 da veri CURIOSI:

1. interpretare gesti inconsueti che “parlano” più di un monologo, noi pugliesi in questo siamo dei grandi maestri;

2. scovare ogni dettaglio che spesso passa inosservato, ma che vale la pena ammirare;

3. percepire la bellezza fuori dagli schemi che a volte fatichiamo ad apprezzare, ma che pullula nelle storie che dovremmo imparare a condividere;

4. scoprire luoghi lontani e ancora inesplorati, le cui culture aprono la mente, l’anima e talvolta pure la panza;

5. capire i segreti della nonna e del suo ragù. Perché è sempre così buono e il nostro è sempre un po’ meno saporito? Non sarà meglio curiosare su quante dita di olio sia necessario mettere?

6. valorizzare ogni idea che ci frulli nella testa, dalla più “fessa” alla più contorta e irrealizzabile. Di quelle idee che ci fanno intrippare il cervello, ma che accendono la miccia della nostra fantasia;

7. reinventarsi ogni giorno o più volte al giorno, provando a cambiare il punto di vista per scovare sempre la prospettiva migliore, utile a risolvere i piccoli intoppi della giornata senza mai perdere la bussola;

8. sbugiardare la vicina di casa chiacchierona. Se ci racconta dell’ultimo gossip saputo dalla sua parrucchiera, indaghiamo sempre non fermiamoci alle apparenze.

In Graziani la curiosità è il motore del nostro lavoro, senza, difficilmente riusciremmo ad accontentare o interpretare le esigenze dei nostri clienti; è questo l’ingrediente segreto che utilizziamo.

Che sia la stampa di poster, un nuovo progetto di branding, un allestimento d’interni o lo studio di un packaging siamo curiosi, sempre. Ci facciamo 1000 domande e cerchiamo le risposte meno scontate, non tralasciamo per strada i dettagli e se ci capita di farlo, torniamo indietro a raccoglierli.

Buon anno a tutti!!!

memory

La tecnologia taglio laser per giocare con la creatività

Cosa fare in casa con i bambini? Eccovi uno strumento per creare un gioco fai-da-te con cui partecipare al contest per vincere il nostro Memory in legno, realizzato a laser.

Questo è un periodo di grande noia, soprattutto per i più piccoli, costretti a restare in casa e a rinunciare ad incontrarsi con amichetti o ad andare a giocare al parco. E i genitori sono sempre più a corto di idee e suggerimenti per far impiegare il tempo a casa tra una video lezione e i compiti da svolgere regolarmente.
No panic, mamme e papà.
Ci abbiamo pensato noi!

Il gioco per bambini da scaricare gratuitamente

Il necessario? 
Solo una normalissima stampante e un foglio di carta o cartoncino in formato A4. Più un paio di forbici dalla punta arrotondata e il gioco è fatto, anzi, è stampato!
Basterà scaricare gratuitamente il pdf, stamparlo e ritagliarlo.

Il Memory: imparare divertendosi

Il gioco Memory non è giovane ma è sempre attuale. Nasce nel 1959 e da allora ha accompagnato le ultime 3 generazioni di bambini e ragazzi alle prese con le carte da accoppiare.

Adatto ai bambini, si presta bene anche alla partecipazione dei genitori. Così i piccoli imparano a riconoscere forme e oggetti, sviluppando la memoria visiva e i più grandi allenano la propria mente e la memoria. 

Concentrazione, ragionamento, coordinamento e memorizzazione di figure e posizioni nello spazio. Sono le capacità attivate da questo semplice giochino fatto con le carte. 

Il lato creativo del Memory fai-da-te 

E poi cosa c'è di più stimolante che costruirsi un gioco con le proprie mani, mettendo in moto la fantasia?

Noi vi forniamo le carte, con 10 coppie di simboli diversi, raffiguranti il mondo della natura. Voi rendetele uniche! Aguzzate l'ingegno e affinate la creatività. 

La sfida è di creare un set di card che duri il più a lungo possibile, utilizzando la tecnica del riciclo creativo. Perché, sappiamo benissimo che dei semplici fogli di carta, usati più e più volte, potrebbero deteriorarsi velocemente. Ma con un pizzico di genialità, le vostre memory card potranno essere utilizzate per molto tempo, per giocarci tutte le volte che volete.

Alcuni spunti? Potreste utilizzare le confezioni di cartoncino delle merendine o della pasta, i tappi delle bottiglie di plastica o i coperchi dei barattoli. 

Ora sta a voi creare! 

Legno di betulla e tema natura per la nostra reinterpretazione del Memory

Per il nostro Memory abbiamo scelto il legno di betulla, un materiale naturale su cui abbiamo realizzato 20 tessere incise a taglio laser. Abbiamo scelto il legno perché meglio rappresenta il tema natura che abbiamo usato per le card del nostro gioco. E non solo per questo motivo.

I giochi in legno sono affascinanti, conservano il calore e il profumo originale del materiale e sono perfetti per stimolare alcune capacità sensoriali come il tatto e la vista. Sono giochi semplici e facili da montare, difficilmente si rompono e resistono alle ripetute cadute. I giochi in legno sono anche meno pericolosi dei comuni giochi in plastica. E poi sono belli da vedere con un forte richiamo vintage e, soprattutto, rispettano l'ambiente.

Macchine taglio laser CO2, così giochiamo con il legno

Siamo sempre attenti alle novità del mercato e al passo con le innovazioni tecnologiche. Ecco perché nel 2017 abbiamo pensato che possedere un macchinario laser che offrisse molteplici possibilità di utilizzo con vari materiali, potesse darci quella spinta in più per proporre ai nostri clienti dei manufatti ancora più originali e ricercati. 

Il nostro macchinario laser CO2 ci stupisce sempre, perché in grado di sagomare e incidere perfettamente una vasta gamma di materiali tra cui il legno, il plexiglas, la gomma, il sughero, senza lasciare traccia di imperfezioni. Taglio netto, dettagli precisissimi di incisioni e scansioni, lasciando sempre intatta la naturale bellezza di un materiale così pregiato come il legno.

E così abbiamo deciso di giocare anche noi, e creare dei prodotti che non sono solo belli da vedere, ma anche utili per imparare. E in questo periodo in cui le aziende riconvertono parte della produzione per la creazione di mascherine e dispositivi di protezione personali, noi vogliamo pensare ai bambini. E regalare un piccolo omaggio per premiare la loro creatività e la loro pazienza di rimanere a casa.

Come vincere il Memory in legno

Vincere il nostro Memory in legno è un gioco da ragazzi, anzi da bambini! 

Scatta la foto al tuo personalissimo Memory realizzato con tuo figlio, pubblicala su Instagram e tagga la pagina @Graziani. La foto che riceverà più like vincerà il set del nostro gioco intagliato su legno di betulla. 

Allora che aspetti? Scarica il pdf e comincia a giocare con il tuo bambino. Buon divertimento!

Stampa digitale e stampa offset

Stampa digitale e stampa offset, quali sono le differenze?

Vi sarà capitato di rivolgervi ad un’azienda di stampa anche solo per richiedere il costo di un servizio e di aver dovuto scegliere tra varie tipologie di stampa di cui magari ignoravate l’esistenza. Infatti non tutti i processi di stampa sono uguali, ma a seconda del tipo di stampato da realizzare e del quantitativo d’ordine bisogna scegliere quella più indicata.

Soprattutto nel caso di stampati cartacei, questa scelta ricade quasi sempre tra la stampa offset e la stampa digitale. Ma qual è la differenza tra queste due tecniche di stampa?

Prima di tutto è bene specificare che in virtù dell’evoluzione tecnologia le differenze tra queste due tipologie di stampa si sono molto ridotte, e per quanto più vecchia, la stampa offset continua ad evolversi grazie agli aggiornamenti del digitale.

Detto ciò, torniamo ad analizzare caratteristiche e differenze della stampa offset e della stampa digitale.

LA STAMPA OFFSET
La stampa offset è ancora oggi il procedimento più diffuso nell’industria di stampa.

La stampa offset è un tipo di stampa indiretta: l’immagine viene incisa su una lastra matrice, da qui trasferita su un supporto di caucciù e tramite questo impressa sul foglio di carta. La gomma infatti permette di stampare con grande precisione anche su superfici non esattamente lisce – come ad esempio alcuni tipi di carta goffrata.

Il processo di preparazione della matrice sfrutta il principio di repulsione chimico-fisica tra acqua (lastra di alluminio idrofila) e sostanze grassose dell’inchiostro. In questo modo l’inchiostro si deposita sulle zone della lastra che contengono l’immagine da stampare, per poi essere trasferito sul foglio di carta.

L’incisione sulla lastra litografica e la successiva impressione sul foglio di caucciù rendono questo tipo di procedimento di stampa estremamente preciso.

STAMPA OFFSET O STAMPA LITOGRAFICA?
Se avete avuto a che fare con aziende di stampa, vi sarà capitato di sentir parlare di stampa litografica, espressione impropriamente utilizzata per indicare la stampa offset. Ma c’è un motivo specifico per cui questo errore è così frequente. La stampa offset, in effetti, è considerata una sorta di evoluzione della stampa litografica nata alla fine del Settecento e che, a differenza della stampa offset, è un tipo di procedimento di stampa diretta che permette il trasferimento dell’immagine sulla carta tramite pressione su una lastra di pietra bagnata e inchiostrata.

LA STAMPA DIGITALE
La stampa digitale è un particolare processo di stampa diretta, basato sull’utilizzo di file digitali che vengono inviati alla stampante tramite processi elettronici, senza l’utilizzo di lastre e matrici ed evitando lunghe e costose operazioni di avviamento. Infatti, il passaggio del file dal dispositivo alla stampante è immediato e con la stampa digitale si raggiunge l’ottimizzazione dei tempi di esecuzione del lavoro.

VANTAGGI E SVANTAGGI DELLA STAMPA OFFSET E DELLA STAMPA DIGITALE
Abbiamo definito le caratteristiche della stampa offset e della stampa digitale. Cerchiamo ora di capire quali sono i vantaggi e gli svantaggi di queste due tecnologie.

  • Costi di avviamento: la stampa offset ha costi sostenuti, poiché dipendono dalla preparazione della matrice. Inoltre, una volta preparata la lastra non è più possibile fare modifiche. Mentre la stampa digitale ha costi ridotti anche perché, come abbiamo già spiegato, si tratta di un procedimento di stampa diretta.
  • Quantitativo minimo: grazie all’assenza di matrici di preparazione, la stampa digitale è impiegata per piccole tirature. In effetti è molto vantaggiosa nel caso in cui occorre stampare poche copie di cataloghi (per la stampa digitale di piccolo formato) o di manifesti (per la stampa digitale di grande formato)
    La stampa offset è consigliata per tirature molto alte.
  • Qualità: è risaputo che la stampa offset ha qualità superiore a quella della stampa digitale, ma in realtà le continue innovazioni tecnologiche nel campo della stampa digitale hanno permesso di raggiungere livelli di definizione altissimi, come nel caso delle stampanti digitali HP Indigo, per cui ad oggi le differenze qualitative sono quasi impercettibili.
  • Supporti di stampa: l’impiego della tecnologia offset è limitato alla stampa di supporti cartacei. Mentre grazie alla tecnologia digitale, soprattutto di grande formato, è possibile realizzare:

    - Stampa digitale per carta da parati
    - Stampa digitale per PVC adesivo e PVC non adesivo
    - Stampa digitale per Legno
    - Stampa digitale per Plexiglass
    - Stampa digitale per vetro e ceramica

    In questo caso si tratta di tecnologie di stampa con inchiostri UV, inchiostri sublimatici e inchiostri latex, e che in alcuni casi garantiscono la totale atossicità del prodotto stampato.
    Se hai ancora dubbi circa le tecnologie di stampa da utilizzare per il tuo business, il nostro staff è pronto a offrirti il supporto utile e a guidarti nella scelta più giusta per le tue esigenze contattaci
Stampa digitale e stampa offset

Mascherina FAI-DA-TE

Non è un periodo facile quello che tutti noi stiamo affrontando.
La diffusione del virus Covid-19 sta mettendo a dura prova la nostra pazienza e la nostra forza di volontà, poiché l’unico modo che ad oggi sappiamo può servire a fermare il contagio è l’isolamento di ognuno di noi. E allora #restiamoacasa sperando che presto potremo tornare a fare quello che più ci piace, lavorare con la creatività.
Intanto abbiamo pensato di usare il nostro tempo e le nostre capacità per creare qualcosa che possa essere utile alla collettività: una mascherina fai-da-te.

Quello che vi occorre per il kit della mascherina è:

- 1 fazzoletto di carta, o di tessuto (da cambiare/lavare frequentemente);
- 2 fogli A4 di cartoncino;
- 2 elastici, o fettucce per il fissaggio.

Ci teniamo a specificare che non si tratta di una mascherina certificata, ma di strumento che può essere indispensabile per arginare la diffusione del virus Covid-19.

Qui è possibile scaricare il PDF del modello della mascherina fai-da-te da stampare e tagliare a mano, assieme alle istruzioni di montaggio.

Scaricatelo e fatelo girare!

foglia asfodelo

La foglia asfodelo, il packaging brevettato per avvolgere la Burrata di Andria

La bontà di questo delizioso formaggio pugliese è ormai dichiarata. Ma quanti di voi conoscono la storia della Burrata e del packaging che oggi l’avvolge?
Allora se siete curiosi leggete qui.